Turismo snobbato | Circolo Pertini

Turismo snobbato

tante chiacchiere...

La non vocazione turistica dell’amministrazione Claudio

In riferimento agli articoli apparsi sui quotidiani locali relativi alle beghe tra amministrazione comunale di Montegrotto e l’Associazione Albergatori il Circolo Politico Culturale “Sandro Pertini” vuole mettere in risalto la reale situazione di non-vocazione turistica dell’amministrazione Claudio.

In momenti come questi è bene ricordare che il sindaco Luca Claudio è colui che nella sua prima campagna elettorale (2001) accusava l’allora giunta Cognolato di deturpare il territorio a scapito del turismo avendo questa predisposto un piano regolatore che prevedeva un aumento di circa 400.000 m³.

Dopo circa due anni dal suo insediamento fu la stessa amministrazione Claudio a presentare un nuovo piano regolatore aggiungendo ai precedenti 400.000 m³ altri 600.000 m³ smentendo la propria opinione a riguardo e tradendo il programma elettorale del 2001.

Non bisogna, inoltre, scordare il blocco in consiglio comunale di ulteriori circa 200.000 m³ di edificabilità all’interno dell’area dell’Ente Parco Colli. Tale modifica al prg fu tolta dall’ordine del giorno per evitare una clamorosa debacle della prima amministrazione Claudio che sarebbe finita in minoranza.

Il sindaco Luca Claudio è, inoltre, colui che per primo ha creato un pericoloso precedente di cambiamento di destinazione d’uso dell’area alberghiera Zeus trasformandola in zona residenziale/commerciale. Uno spunto polemico riguarda anche il fatto che lo stesso Claudio, come amministratore, ha portato a “dolce morte” l’Hotel Caesar di Montegrotto con la conseguente perdita del posto di lavoro di una quarantina di dipendenti.

La NON-vocazione turistica dell’amministrazione Claudio si evince anche da altri elementi come la spesa di circa 100.000€ per non portare a compimento la certificazione EMAS e AGENDA 21, fattori che avrebbero avuto, senza ombra di dubbio, riflessi positivi per il comparto termale e la valorizzazione del territorio.

Anche riguardo i gemellaggi dispensati a destra e a manca sfugge la logica seguita dall’amministrazione Claudio. Molti gemellaggi sono stati fatti utilizzando non indifferenti fondi dei cittadini di Montegrotto Terme per favorire afflussi turistici senza però ottenere alcun risultato degno di nota.

In tutta questa diatriba legata al turismo ogni parte, è bene sottolinearlo, ha le proprie responsabilità. In ogni caso gli albergatori hanno sempre sostenuto le casse comunali pagando, giustamente, la tassa sulle acque reflue, accollandosi il 60% circa del valore dell’asporto rifiuti ed hanno ricevuto in cambio dalla amministrazione Claudio solo cementificazione e mai proposte di collaborazioni delle quali anche gli albergatori stessi non si sono mai fatti promotori pensando, nella maggior parte dei casi, solamente ai propri singoli interessi.

E’ veramente squallido notare che la soluzione ai problemi si pensi di trovarla “rapinando” la già misera busta paga dei lavoratori termali.
Questa è la vera vergogna!

L’unica via perseguibile per un rilancio efficace dell’intero comparto termale deve seguire la logica del dialogo fra tutti i sindaci appartenenti al bacino termale ed una strettissima ed intima collaborazione con gli albergatori e commercianti del territorio.

L’unificazione di alcuni servizi pubblici porterebbe a risparmiare forti somme di denaro che andrebbero investite in promozioni e miglioramenti coordinati del territorio.

Per quando riguarda Montegrotto, il risultato dell’amm.ne Claudio negli ultimi anni ha portato il Comune ad un completo isolamento ed il Circolo Pertini chiede all’assessore Turlon che prenda una posizione riguardo alle affermazioni del Sindaco e ci si domanda se non sia il caso che tale assessore si dimetta riconoscendo, come la realtà lo dimostra, un totale fallimento del proprio operato.

IL CIRCOLO SANDRO PERTINI
info@circolopertini.it

Scrivi un commento

Facebook Like Button for Dummies